Get Adobe Flash player

 

Perché due associazioni? Qual è il filo conduttore?

I professionisti di Elios hanno svolto un lungo lavoro sul campo con i minori, bambini e adolescenti, le famiglie e le famiglie separate, nonché con la devianza minorile ed i vari contesti della criminologia, sviluppando una speciale competenza in queste aree.

Tutto questo ha permesso di realizzare interventi di prevenzione.

Si è così costruito uno spazio specifico di scambio e FORMAZIONE PER GENITORI che si è concretizzato nel progetto “Famiglia in gioco”.

>>>PROPOSTE 2014<<<

 

CORSO DI FORMAZIONE

“La consulenza tecnica in tema di separazione e divorzio per l’affidamento dei figli minori: cosa fare e cosa non fare”

Caserta 30- 31 maggio e 1 giugno

Obiettivi
- Come si fa una consulenza tecnica d’ufficio e di parte in caso di separazione e divorzio per l’affidamento dei figli minori.
- Quali i compiti dei consulenti d’ufficio e di parte.
- Cosa fare e, soprattutto, cosa non fare durante un percorso di consulenza.
- Quali sono i criteri per produrre un documento (relazione finale), con valore legale, che contenga informazioni esatte, eticamente valide, corrette da un punto di vista metodologico.

Contenuti

Criteri generali per una valutazione corretta
- Quantificazione del comportamento: osservazione e tipologie di raccolta dei dati.
- Proposte di strumenti e test psicologici.
- Valutazione individuale: capacità cognitive, personalità e affettività.
- Valutazione delle capacità genitoriali.
Dal quesito alla Relazione scritta
- Dai dati alla strutturazione dell’elaborato finale.
- Linee guida etiche e deontologiche.
- Come evitare errori tecnici e di metodo.
Ruolo del consulente tecnico di parte e rapporto con il consulente d’ufficio
- Competenze ed errori tecnici e/o emotivi relazionali.
Differenza tra consulenza tecnica, mediazione familiare, psicoterapia e percorso di genitorialità
- Specificità dei diversi interventi.
- Complessità, possibili parallelismi e confusioni.
Tutti i contenuti vengono proposti ed elaborati interattivamente con il gruppo classe alla luce delle linee guida deontologiche per lo psicologo forense.

Metodologia didattica
Gli incontri sono organizzati in moduli tematici, articolati in lezioni interattive di teoria e attività di tipo esperienziale, quali esercitazioni, simulate, studio di casi, sperimentazione delle tecniche apprese.

Il corso è a numero chiuso.
Prevede 16 ore complessive:
Venerdì dalle ore 15,00 alle ore 19,00
Sabato dalle ore 9,30 alle ore 13,30 – dalle 14,30 alle 18,30
Domenica dalle ore 9,30 alle ore 13,30

Il costo è di euro 190,00 più iva e  include il materiale didattico: dispense, strumenti di raccolta dei dati e Linee guida deontologiche per lo psicologo forense.

Alla fine del corso verrà rilasciato un Attesto di partecipazione.

Sede del corso: Hotel Europa – Via Roma 19 Caserta 

Segreteria organizzativa
dottoressa Annalisa Manfrè (annalisamanfre@libero.it) – tel. 338.18.45.154