Get Adobe Flash player

LUCIGNOLO

Il corso si propone di formare operatori che intendono impegnarsi in attività con ragazzi/e dell’età considerata adolescenza e pre-adolescenza che sempre più, attraverso l’influenza dei media e la complessità delle relazioni familiari, affettive e sociali, assume caratteristiche proprie, differenti dall’adolescenza come anche dall’infanzia. Questa delicata fascia di età si è andata a stagliare in un panorama che vede l’adolescenza protrarsi oltre i 20 anni e la giovinezza oltre i 35. In questo contesto di fasi “amplificate” val la pena, approfondire le dinamiche e le risorse di un momento del ciclo della vita, che potrebbe essere estremamente prezioso ai fini della prevenzione del disagio e del rischio di condotte devianti.

La metodologia didattica vuole essere il punto di forza del corso: i moduli, a tema, saranno sviluppati da un punto di vista teorico (ma sempre interattivo rispetto ai corsisti) e da un punto di vista pratico-esperienziale attraverso esercitazioni, simulate, role playing, visione di filmati, lavori di gruppo. Inoltre, parte di ogni modulo verrà dedicata ad un percorso dinamico del gruppo stesso, atto a far emergere la consapevolezza e le potenzialità relazionali di ciascun partecipante, attraverso l’utilizzo creativo del gruppo inteso in senso “sistemico”. Si può intendere quindi il corso come un’unità di percorso svolta in più moduli, ma con una continuità contenutistica e relazionale funzionali alla formazione dei partecipanti.

Il corso intende fornire competenze teoriche, ma soprattutto pratiche, di lettura dei contesti nei quali gli operatori si troveranno ad intervenire, mettendoli in grado, attraverso le esperienze pratiche e il lavoro svolto con il gruppo, di proporre ai ragazzi risposte adeguate e creative, capaci di rompere una monotonia di ruoli, che spesso inibisce una comunicazione autentica ed efficace, utile allo sviluppo affettivo e relazionale del minore.

Moduli delle lezioni

Ascoltare non è udire: strumenti per un dialogo efficace.

(introduzione del corso, presentazione del gruppo, educazione alla socio-affettività e comunicazione)

Adolescente: acrobata sospeso tra due trapezi.

(cambiamenti psicologici e fisici, l’ adolescenza/ tratti comuni di un passaggio di vita)

La famiglia allargata: nuovi “parenti” e nuove relazioni, limiti o risorse.

Deviare per essere: l’identità negativa

La comunicazione tra pari: un codice segreto decifrabile

Ecsta-sì, ecsta-no: droghe, alcool e altri compagni di “viaggio”.

(le nuove droghe: effetti, modalità di assunzione e rischi. Come parlarne con i ragazzi e come intervenire in modo creativo)

Sessualità e affettività nell’età evolutiva: un conflitto aperto.

Ragazzi al “centro”: strutture esistenti e progetti territoriali possibili.

(case famiglia, centri diurni, affidamento/analisi del territorio/la rete/stesura di un progetto attuabile nel proprio comune)